Orti in Condotta

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

 

 

Slow Food ritiene che sia fondamentale educare adulti e bambini ad una corretta alimentazione ed al gusto, per cercare di avvicinare in maniera serena e consapevole il maggior numero di persone a tale principio. Mangiare bene significa infatti curarsi dei propri bisogni e della propria salute, ma anche prestare attenzione al gusto, oltre che soddisfare la propria mente, nutrendola di storie, emozioni e ricordi.

I bambini sono i primi destinatari di questo approccio, in quanto sono loro che più rischiano di perdere il contatto con la realtà del mondo agroalimentare, e al tempo stesso sono coloro che possono fare avvicinare le loro famiglie agli ortaggi ed ai frutti coltivati localmente, con metodi naturali.

Il progetto Orto in Condotta è stato ideato da Slow Food allo scopo di educare anche i più piccoli, che saranno i co-produttori di domani, a mangiare sano e in maniera gustosa, nel rispetto dell’ambiente.
Gli school garden sono stati promossi da Slow Food Usa, su idea di Alice Waters. L’attuale vicepresidente di Slow Food internazionale, a metà degli anni ’90, decise di proporre nelle scuole un nuovo metodo di educazione alimentare, basato sull’attività pratica nell’orto e sullo studio e trasformazione dei prodotti in cucina. Nacque il progetto The Edible Schoolyard.